LOGICA, ARGOMENTAZIONE E INFORMATICA GIURIDICHE

Docenti: 
Crediti: 
9
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
FILOSOFIA DEL DIRITTO (IUS/20)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Anno di corso: 
1
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Questo insegnamento, collocato nel I semestre del I anno, vuole offrire agli studenti che iniziano il percorso universitario alcuni strumenti necessari per intraprendere con efficacia lo studio del diritto e per acquisire una padronanza di base sul piano lessicale, concettuale, argomentativo e tecnico, che possa risultare utile trasversalmente anche nell’affrontare in seguito le varie discipline giuridiche.
La peculiarità di questo insegnamento consiste nel fatto che volutamente tiene insieme aspetti piuttosto diversi della realtà giuridica, aspetti che però nella pratica del diritto si ritrovano sempre strettamente connessi: da un lato profili astratti, molto “classici” e universali, riguardanti i fondamenti del ragionamento, del linguaggio, dell'inquadramento logico-concettuale dei problemi (logica e argomentazione giuridica); dall’altro profili tecnici, innovativi, ricchi di implicazioni pratiche (informatica giuridica, uso dei programmi informatici e delle banche dati giuridiche, uso di strumenti e-learning).
L'insegnamento mira pertanto a far conseguire agli studenti obiettivi formativi distinti per le tre parti di cui si compone.

1.OBIETTIVI DELLA PARTE DI LOGICA E ARGOMENTAZIONE GIURIDICA:
Ci si attende che, al termine di questa parte dell’insegnamento e dopo lo studio del testo indicato e delle slides pubblicate in Elly, gli studenti

- sappiano inquadrare il fenomeno giuridico, a un livello teorico basilare, nella sua fisionomia distintiva e nella specificità di alcune sue dinamiche di funzionamento;

- abbiano conseguito un'adeguata conoscenza e comprensione di alcuni concetti basilari della teoria generale del diritto, quali ad esempio la nozione di normatività, la distinzione tra validità ed efficacia delle norme giuridiche, i rapporti tra norma e ordinamento, etc.;

- comprendano il lessico proprio della disciplina, sappiano riconoscerne e apprezzarne la specificità, e siano in grado di utilizzarlo a loro volta consapevolmente e correttamente;

- abbiano iniziato a sviluppare un metodo di studio autonomo.

2. OBIETTIVI DELLA PARTE DI INFORMATICA GIURIDICA:
Ci si attende che, al termine di questa parte dell’insegnamento e dopo lo studio del testo indicato e delle slides pubblicate in Elly, gli studenti

- abbiano conseguito una conoscenza teorica di base dei concetti e dei temi essenziali dell’informatica giuridica;

- abbiano conseguito un'adeguata conoscenza e comprensione di alcune trasformazioni che le tecnologie informatiche producono oggi nei sistemi giuridici e nella pratica del diritto, almeno nei loro tratti essenziali, in particolare per quanto riguarda le conseguenze della dematerializzazione (documento, firma, beni, dati personali, etc.);

- abbiano conseguito conoscenze essenziali e capacità critiche su alcuni problemi giuridici ed etici molto attuali, quali ad esempio le decisioni basate su algoritmi, il diritto all'oblio, la regolazione dei social network, il contrasto all'odio online, etc.;

- comprendano il lessico specifico della disciplina.

3. OBIETTIVI DEL PERCORSO E-LEARNING:
Ci si attende che, dopo avere approfondito autonomamente i materiali didattici pubblicati in Elly e dopo avere svolto i relativi esercizi, gli studenti

- sappiano individuare modalità di applicazione concreta della logica e dell'argomentazione nei casi giurisprudenziali;

- abbiano sperimentato in concreto alcuni strumenti di studio in modalità e-learning, e siano in grado di avvalersene in autonomia;

- abbiano acquisito ed esercitato una conoscenza di base di alcune delle principali banche dati giuridiche, e siano in grado di eseguire con sicurezza e in modo efficace la ricerca di documenti giuridici online;

- abbiano consolidato ed esercitato la conoscenza di alcune applicazioni di Office (Word, PowerPoint, Outlook, OneDrive), e siano in grado di utilizzarne con metodo sicuro le funzioni essenziali, superando un uso puramente empirico e intuitivo dei dispositivi informatici.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti dell'insegnamento

L'insegnamento si compone di tre parti.

1. LOGICA E ARGOMENTAZIONE GIURIDICA:
Questa parte dell’insegnamento affronta

- nozioni generali introduttive riguardanti i rapporti tra il diritto e il linguaggio, la cultura, i valori, la giustizia, la persona, la comunità, la verità;

- concetti di base di teoria generale del diritto, in particolare: il diritto come regola di condotta; le nozioni di norma e di istituzione; i tratti distintivi delle norme giuridiche (giustizia, validità, efficacia, prescrittività, generalità, astrattezza); la specificità delle norme giuridiche rispetto ad altri tipi di norme; i caratteri dell'ordinamento giuridico e i problemi della sua unità, coerenza e completezza; le fonti del diritto; le antinomie e le lacune dell'ordinamento e i criteri per la loro soluzione.

2. INFORMATICA GIURIDICA:
Questa parte dell'insegnamento affronta alcuni aspetti delle tecnologie informatiche, considerate sotto il profilo della regolazione giuridica e della riflessione teorica.
Pertanto, saranno analizzate, nei loro tratti essenziali, alcune trasformazioni che le tecnologie digitali producono nei sistemi giuridici, e alcune soluzioni che il diritto offre ai problemi normativi posti dall'informatica (ove possibile anche con riferimento a casi giurisprudenziali pertinenti).
In particolare, saranno illustrati, a un livello basilare, alcuni aspetti delle seguenti tematiche:
- nozioni introduttive sui rapporti tra diritto e tecnologia;
- protezione dei dati personali;
- documento informatico, firme elettroniche, cenni alla PEC e al processo telematico;
- cyberbullismo, hate speech, cenni al cyberterrorismo e alla prova informatica;
- intelligenza artificiale e robotica;
- social network;
- “democrazia elettronica”;
- dematerializzazione.

3. PERCORSO E-LEARNING:
Questa parte dell'insegnamento propone agli studenti dei materiali ripartiti in quattro cartelle, disponibili su Elly all'indirizzo https://elly2021.gspi.unipr.it/enrol/index.php?id=21

I. Esercizi guidati di analisi di alcuni casi giurisprudenziali, per evidenziare alcune esemplificazioni concrete del ruolo che la logica e l'argomentazione svolgono nel diritto;

II. Una selezione di video di TED talks su temi di speciale attualità riguardanti le tecnologie digitali (tra tutti quelli proposti nella cartella, ogni studente ai fini dell'esame dovrà seguirne tre, scegliendoli liberamente in base ai suoi interessi);

III. Guide pratiche alla conoscenza e alla consultazione di alcune delle principali banche dati giuridiche, con esercizi guidati di ricerca di documenti;

IV. Tutorial ed esercizi per consolidare ed esercitare le abilità nell'uso delle funzioni essenziali di alcune applicazioni della suite Microsoft Office (Word, PowerPoint, Outlook, OneDrive).

NB: L'iscrizione all'appello in Esse3 è riservata agli studenti che si sono effettivamente preparati per sostenere l'esame in quell'appello; pertanto, per una migliore organizzazione degli esami, gli studenti che si iscrivono a un appello e successivamente per qualche ragione decidono di non presentarsi sono invitati a cancellare tempestivamente l'iscrizione, o ad avvisare anticipatamente la docente via email.

TUTTI GLI STUDENTI DI ANNI ACCADEMICI PASSATI devono attenersi al Syllabus 2020-2021. Se invece preferiscono seguire questo programma aggiornato 2021-2022, è consigliabile che prendano contatto con la docente prima dell'esame, per definire chiaramente le modalità delle prove.
In particolare, essi dovranno superare l'intero esame nello stesso appello, come previsto per la loro coorte; e inoltre la valutazione di ogni prova sarà in 30esimi, come previsto per la loro coorte.

GLI STUDENTI DI ANNI ACCADEMICI PASSATI CHE HANNO NEL PIANO DI STUDI INFORMATICA GIURIDICA DA 6 CFU AL IV ANNO, se vogliono fare l'esame su questo programma 2021-2022, devono studiare solo la parte di INFORMATICA GIUR. e il PERCORSO E-LEARNING cartelle II-III-IV.

Bibliografia

1. Per la parte di LOGICA E ARGOMENTAZIONE GIURIDICA il testo di riferimento è N. BOBBIO, Teoria generale del diritto, Giappichelli, Torino, ed. 1993 e ristampe successive (va bene qualunque edizione), solo le parti seguenti:

Parte prima:
cap. I par. 1-5,
pp. 3-15;

cap. II par. 9-11,
pp. 23-29, 31;

cap. III par. 15-19, 22-26,
pp. 45-57; 63-69; 72-77;

cap. V par. 37-43,
pp. 115-133;

cap. VI par. 47-48,
pp. 145-150;

Parte seconda:
cap. I par. 1, 3-5,
pp. 159-160; 166-170; 172;

cap. II par. 6-8,
pp. 173-177; 179-181;

cap. III par. 15-17,
pp. 209; 212-221;

cap. IV par. 21-22, 28-30,
pp. 237-242; 262-268;
270-273.

2. Per la parte di INFORMATICA GIURIDICA il testo di riferimento è G. PASCUZZI, Il diritto dell'era digitale, il Mulino, Bologna 2020 (non edizioni precedenti), solo le parti seguenti:

Introduzione:
par. 1-4, pp. 17-31;

cap. I:
par. 4, pp. 42-46;

cap. III:
par. 2, 4, 5, 6, pp. 82-88, 92-104;

cap. IV:
par. 3, 4, 6, pp. 116-129, 133-135;

cap. XI:
par. 2-5, pp. 240-250;

cap. XVI:
pp. 289-308;

cap. XVIII:
pp. 315-324;

cap. XIX:
pp. 325-335;

cap. XXIII:
pp. 361-364;

Conclusioni, p. 379.

Complessivamente dei due libri devono essere studiate circa 220 pagine.

Inoltre, sia sulla parte 1. sia sulla parte 2. dovranno essere studiati da tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, i materiali didattici utilizzati a lezione (slides), disponibili su Elly all'indirizzo https://elly2021.gspi.unipr.it/enrol/index.php?id=21
Non si tratta di materiali aggiuntivi rispetto ai due libri indicati, bensì di schede di supporto allo studio, che ripercorrono analiticamente i contenuti dei due libri, chiarendoli, approfondendoli, integrandoli, aggiornandoli e presentandoli in forma didatticamente efficace. Pertanto, ai fini dell'esame, si consiglia di studiare, per ogni argomento, slides e libri in parallelo.

NB: l'integrazione tra studio dei libri di Bobbio e di Pascuzzi e studio delle relative slides è richiesta in generale a tutti quegli studenti che non frequentano le lezioni in modo sistematico, e dunque per prepararsi adeguatamente all'esame necessitano dell'inquadramento degli argomenti fornito dai due libri.
Gli studenti che invece si impegnano a seguire sistematicamente le lezioni (in aula o anche soltanto registrate), e ad assimilarne approfonditamente i contenuti, possono non studiare i libri di Bobbio e di Pascuzzi ai fini dell'esame, e limitarsi a studiare sia per la parte 1. sia per la parte 2. le relative slides.
Questa indicazione è da intendere non come una sorta di vantaggio accordato ai frequentanti (in realtà, non ci sarà nessuna verifica della frequenza, e dunque nessuna distinzione ai fini dell'esame tra frequentanti e non frequentanti), bensì come un invito a tutti gli studenti a tenere conto del fatto che ai fini dell'esame sulle parti 1. e 2. lo studio delle sole slides non consente un'adeguata conoscenza e comprensione degli argomenti. Integrare le slides è comunque indispensabile, ma è lasciato alla libera valutazione di ogni studente se integrarle con la partecipazione sistematica alle lezioni (o l'ascolto accurato di tutte le registrazioni) oppure con lo studio dei due libri (pagine indicate).
Ovviamente chi vuole può anche scegliere di seguire le lezioni e studiare i contenuti delle lezioni + i libri di Bobbio e Pascuzzi + le slides: saranno tre modalità e tre occasioni di approfondimento degli stessi temi.

3. Per il PERCORSO E-LEARNING è richiesto agli studenti di prepararsi all'esame approfondendo con attenzione tutti i materiali didattici disponibili su Elly all'indirizzo https://elly2021.gspi.unipr.it/enrol/index.php?id=21 e di svolgere in autonomia tutte le prove e tutti gli esercizi in essi proposti.

STUDENTI DI ANNI ACCADEMICI PASSATI CHE HANNO NEL PIANO DI STUDI INFORMATICA GIURIDICA DA 6 CFU AL IV ANNO: si vedano le indicazioni fornite alla voce "Contenuti".

Metodi didattici

L'insegnamento si compone di 18 lezioni in aula e di un percorso e-learning.

Le lezioni 1-9 (settembre-2021) verteranno sulla parte di LOGICA E ARGOMENTAZIONE GIURIDICA.

Le lezioni 10-18 (novembre 2021) verteranno sulla parte di INFORMATICA GIURIDICA.

Le lezioni saranno registrate; i link ai video saranno pubblicati su Elly dove resteranno accessibili fino a settembre 2022.

Nel mese di ottobre 2021 le lezioni di questo insegnamento saranno sospese, affinché gli studenti interessati alla prima prova parziale (v. infra) possano prepararsi e sostenerla, e possano inoltre iniziare a svolgere in autonomia il PERCORSO E-LEARNING.
Si consiglia a tutti gli studenti di partecipare alla prima lezione di settembre, in cui saranno fornite indicazioni generali sul corso e sull’esame valide per tutti, frequentanti e non frequentanti.

Le lezioni 1-9 (Logica e argomentazione giuridica) e 10-18 (Informatica giuridica) sono pensate per guidare gli studenti a comprendere agevolmente e approfondire gli argomenti trattati rispettivamente nei due testi indicati; pertanto avranno un'impostazione prevalentemente frontale.

Al fine di assicurare agli studenti le conoscenze di base necessarie per affrontare queste due parti della disciplina, nell'affrontare ogni argomento saranno chiariti in via preliminare i termini e i concetti essenziali per comprenderlo e studiarlo efficacemente.

Le slides utilizzate in queste due serie di lezioni sono parte integrante della preparazione dell'esame per tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, e sono predisposte per guidare e facilitare lo studio dei due testi di riferimento, rispetto ai quali offrono chiarimenti, approfondimenti, esemplificazioni, aggiornamenti, integrazioni.

Nel quadro di questa impostazione necessariamente frontale, si auspica, in ogni caso, una partecipazione attiva da parte degli studenti. Il loro intervento in generale sarà incoraggiato il più possibile in ogni lezione, ma saranno anche previsti momenti specifici di coinvolgimento.
In particolare, su alcuni temi affrontati nelle lezioni di Informatica giuridica sarà sollecitato l'intervento attivo degli studenti a partire dalla loro esperienza del mondo digitale.

Il PERCORSO E-LEARNING, infine, sarà costituito da video, tutorial, guide pratiche, schede di esercizi. Ogni studente organizzerà in autonomia modi e tempi della fruizione di questi materiali e dello svolgimento dei relativi esercizi (si consiglia di farlo con un certo anticipo rispetto all'esame, poiché lo scopo di questa parte e-learning è consentire agli studenti di acquisire una pratica e di consolidare ed esercitare delle abilità di cui all'esame dovranno dimostrare sicura padronanza).

Modalità verifica apprendimento

L’esame consiste in tre prove:
1. Logica e argoment. giur.;
2. Informatica giur.;
3. Parte e-learning.
Le prove 1. e 2. sono valutate in 30esimi e devono essere superate nello stesso appello (tranne prove parziali già superate).
L’ordine di svolgimento tra le prove può variare.
Chi superi solo una delle due prove dovrà sostenere di nuovo entrambe in un appello successivo.
La prova 3. è valutata con giudizio di idoneità ("idoneo"/"non idoneo"); lo studente (del I anno) può scegliere se svolgerla nello stesso appello delle prove 1. e 2. o nell'appello immediatamente successivo.
Supera l'esame chi ottiene una valutazione almeno sufficiente (18/30) nelle prove 1. e 2. e il giudizio "idoneo" nella prova 3.
Il voto finale complessivo è dato dalla media dei voti ottenuti nelle prove 1. e 2., a condizione che lo studente ottenga l'idoneità nella prova 3. nello stesso appello o in quello immediatamente successivo (in caso di assenza o di mancato superamento della prova 3., dovrà sostenere di nuovo l'intero esame in un altro appello).

Modalità di svolgimento delle tre prove:

1. LOGICA E ARGOMENTAZIONE GIURIDICA:
Test scritto cartaceo di 15 quesiti (risposta multipla, risposta aperta, scelta vero/falso), sui contenuti del testo di N. Bobbio (solo le pagine indicate) e delle slides, miranti ad accertare la conoscenza dei concetti di base della materia e la capacità di definirli, distinguerli e confrontarli.
Ad ogni risposta esatta sono assegnati 2 punti, ad ogni risposta errata 0 punti: il test è superato con almeno 9 risposte esatte (18/30).

2. INFORMATICA GIURIDICA:
Test scritto cartaceo sui contenuti del testo di G. Pascuzzi (solo le pagine indicate) e delle slides. Stesse modalità del test sulla parte 1 (vedi punto 1).

3. PERCORSO E-LEARNING:
Prova di idoneità, in ordine alfabetico, comprendente
- almeno due domande orali sui cinque documenti presentati nella cartella I e sui tre TED Talks ascoltati nella cartella II;
- alcuni esercizi al computer su Office e sulle banche dati giuridiche, analoghi a quelli proposti nelle cartelle III e IV (ogni studente è inviato a presentarsi all'esame, se possibile, con un proprio pc; chi ne fosse sprovvisto utilizzerà, a turno, il pc dell'aula nel rispetto delle misure igienico-sanitarie vigenti: guanti, disinfezione delle mani e della testiera, etc. ).

NB: per superare la prova e-learning è essenziale dimostrare sicura padronanza nell'uso delle funzionalità di base di Word e delle banche dati giuridiche, indipendentemente dal grado di preparazione raggiunto sugli altri contenuti.

IN CASO DI ESAMI A DISTANZA: i test scritti sono sostituiti da colloquio orale sugli stessi contenuti; la prova e-learning si svolge su pc (non smartphone) condividendo lo schermo.

PROVE PARZIALI SULLE PARTI 1. e 2. (didattica integrativa):
Per gli studenti del I anno, frequentanti e non frequentanti, sono previste due prove parziali: sulla parte 1. a fine ottobre 2021, sulla parte 2. a inizio dicembre 2021.
Modalità di svolgimento e criteri di valutazione delle due prove parziali sono gli stessi già indicati per le prove d'esame su quelle due parti.
In caso di esito positivo, la valutazione ottenuta concorrerà al risultato dell’esame finale, purché completato con la parte restante entro settembre 2022, e lo studente non sarà più esaminato sulle parti di programma su cui ha superato la prova parziale.
Date e modalità di iscrizione saranno indicate a lezione e su Elly.
Le prove parziali non sono obbligatorie ma sono vivamente consigliate, poiché:
- danno allo studente l'opportunità di scandire durante il semestre la preparazione delle diverse parti del programma, in base allo svolgimento degli argomenti a lezione;
- consentono allo studente, già all'inizio del suo percorso, di mettersi alla prova, autovalutarsi, familiarizzarsi in anticipo con le modalità proprie degli esami universitari;
- alleggeriscono l'impegno di studio al momento dell'esame finale.